giovedì - 29 Febbraio - 2024

“Putin ha avuto un arresto cardiaco, trovato in terra vicino a un tavolo con bevande e cibo”. Cosa sappiamo

Un presunto arresto cardiaco per Vladimir Putin. Il presidente russo avrebbe accusato il grave problema ieri sera intorno alle ore 21.00, mentre si trovava nella sua residenza privata. La clamorosa indiscrezione, impossibile da confermare con assoluta certezza, è stata lanciata dal canale Telegram General Svr, che ha citato non meglio specificati ex generali russi del servizio di intelligence estera.

Cosa è successo a Putin

Secondo le ricostruzioni diffuse, due agenti della sicurezza di Putin, accorsi subito dopo aver sentito un fracasso proveniente dalla camera da letto del capo del Cremlino, lo avrebbero trovato “accasciato sul pavimento” e avrebbero così chiamato immediatamente i soccorsi, presenti nella residenza.

I medici avrebbero quindi “rianimato” Putin, dopo aver diagnosticato un arresto cardiaco. In seguito il presidente sarebbe stato ricoverato in locali della residenza attrezzati per le emergenze mediche e per la terapia intensiva. Ora le sue condizioni si sarebbero stabilizzate e rimarrebbe sotto costante controllo medico.

Putin sarebbe stato trovato accanto al letto e a un tavolo rovesciato con bevande e pietanze. Probabilmente cadendo ha fatto cadere anche il tavolo con i piatti, provocando il rumore che ha fatto accorrere le guardie. “Per terra, Putin era preda di convulsioni, con gli occhi che roteavano nelle orbite”.

La fonte della notizia

La fonte della notizia – notizia da prendere con la massima incertezza – coincide con General Svr, un canale che conta poco più di 16mila follower (i canali pro guerra hanno follower dell’ordine delle centinaia di migliaia) e che già in passato aveva denunciato le condizioni di salute deteriorate del presidente russo.

Lo stesso canale ha scritto che l’arresto cardiaco avrebbe innescato un allarme nella cerchia ristretta di potere del Cremlino. Nelle prossime ore dovrebbero tenersi riunioni per discutere dei passi successivi ad un eventuale decesso.

Sempre secondo questa fonte, i medici avrebbero già stabilito da tempo che il capo del Cremlino non sarebbe sopravvissuto all’autunno. Recentemente, sarebbero stati sosia di Putin a partecipare a tutti gli incontri ufficiali e pubblici. A quanto apprende l’Adnkronos, in seguito alla notizia rivelata questa mattina una riunione dell’agenzia statale per le emergenze nazionali nel distretto di Kiev sarebbe stata interrotta per approfondire le informazioni.

Articoli recenti

I più letti