domenica - 16 Giugno - 2024

Rapita a 3 anni in un parco, Juana ritrova sua madre biologica 27 anni dopo e denuncia i suoi rapitori

Rapita a soli tre anni in un parco, Juana ritrova sua madre 27 anni dopo, un toccante racconto riportato dal quotidiano britannico, The Sun.

Quando aveva soltanto tre anni, Juana è stata sottratta a sua madre, Lorena Ramirez, in un parco pubblico e portata via da estranei. I rapitori le hanno cambiato nome e falsificato la sua data di nascita, convincendola di essere nata il 1° ottobre 1995, invece del vero 16 giugno di tre anni prima. Cresciuta in una famiglia che non l’ha mai amata, a soli 17 anni Juana è scappata per iniziare una nuova vita con il suo attuale marito.

Il rapimento al parco

Lorena, accompagnata dal marito e dalla cognata, aveva portato i suoi tre figli a Bosque de Chapultepec, uno dei più ampi parchi di Città del Messico, quando improvvisamente Juana è sparita. Lorena ricorda vividamente quel momento terrificante in cui ha realizzato che sua figlia era stata rapita. Juana ricorda di essere stata afferrata e di essersi risvegliata in casa di estranei.

Il ritrovamento

Un giorno, Juana ha visto una foto di una bambina che somigliava stranamente a lei quando era piccola. Questa rassomiglianza ha spinto suo marito a cercare online informazioni sulle bambine scomparse nella zona. In una strana coincidenza, una delle sorelle di Juana, Maria Jose, ha notato la foto della piccola Juana che era stata condivisa online nel tentativo di rintracciare la sua vera famiglia.

Il riabbraccio

Dopo aver stabilito i contatti online, le due famiglie si sono finalmente riunite, 27 anni dopo la scomparsa di Juana. Lorena ha descritto il momento emotivo in cui ha riabbracciato sua figlia: “Non potevo crederci. Quando ho aperto la porta, mi sono fermato ed è entrata lei. Quell’abbraccio dopo 27 anni”. Nel frattempo, la coppia accusata di aver rapito Juana è stata arrestata.

Articoli recenti

I più letti