venerdì - 21 Giugno - 2024

Marta Fascina vive immersa nel lutto dopo la morte di Berlusconi, gli amici: “Non esce più da Arcore”

L’immagine di Marta Fascina, i suoi occhi vuoti e persi nel dolore durante il funerale di Silvio Berlusconi, è un ricordo che non si può facilmente scacciare dalla mente. La compagna di Berlusconi, che gli è stata fedelmente accanto fino all’ultimo respiro, è ancora immersa nel lutto, secondo quanto riferito da alcuni suoi amici al Corriere della Sera. Fascina è in uno stato di disperazione da quando il leader di Forza Italia è scomparso.

Fascina si è ritirata dalla scena pubblica, sia quella sociale che quella politica, ma recentemente è riapparsa virtualmente su Whatsapp. Ha condiviso uno stato che sembra essere un messaggio per Berlusconi: «Per raggiungerti ci vorrebbero le ali perché tu, amore mio, sei molto in alto, in un cielo azzurro dove c’è pace e amore, fiori che crescono ovunque…. Allungo la mano, vorrei toccare la tua ma non riescono a congiungersi. Mi manchi amore mio, Diooooo se mi manchi!”.

La Vita Dopo la Scomparsa di Berlusconi

Attualmente, la onorevole Fascina risiede a Villa San Martino, la storica residenza di Berlusconi. È lì da sola, senza amici o familiari che erano presenti negli ultimi mesi. L’unico compagno di Fascina è Dudù, il fedele cane di Berlusconi, che lei considera ormai come il suo. Non ha intenzione di partire per vacanze o di allontanarsi da Arcore. Al contrario, dal giorno del funerale di Silvio Berlusconi, la compagna del Cavaliere non avrebbe più lasciato la villa, rinchiusa nel suo dolore.

Fascina ha pochissimi contatti con il mondo esterno e raramente parla con interlocutori politici. Ha avuto contatti sporadici con Antonio Tajani e Matteo Salvini; però parla quotidianamente con i suoi genitori, i figli di Silvio Berlusconi («Li sento tutti indistintamente, sia i più grandi che i più piccoli», ha spiegato in privato) e qualche amico, secondo quanto riportato dal Corriere. Alcuni amici sono preoccupati per Fascina, confessando: «Non riesce a venire fuori da questa situazione, non riesce a farsi una ragione della morte di Berlusconi».

Articoli recenti

I più letti