sabato - 20 Luglio - 2024

Massimo Giletti su Non è l’Arena: “Ci sono intercettazioni terribili”

[presto_player id=1453]

Durante la sua trasmissione radiofonica su RTL 102.5, Massimo Giletti ha espresso il suo desiderio di comunicare molte cose riguardo alla chiusura del suo programma, Non è l’Arena, ma ha affermato che ci sarà un momento in cui potrà farlo. Attualmente, ha molto rispetto per i magistrati in quanto si trova in una situazione delicata. Ha sottolineato che l’importante è avere la coscienza pulita e che alla fine la verità verrà alla luce. Giletti ha anche rivelato di essere vincolato da un contratto con l’azienda per cui ha lavorato per sei anni e ha quindi deciso di non parlare senza autorizzazione e di chiarire la situazione in modo serio.

Massimo Giletti ringrazia calorosamente le centinaia di persone che continuano a inviargli messaggi di sostegno, non solo per lui ma per l’intero gruppo di lavoro. Riconosce che in Italia non è facile fare un certo tipo di televisione, che spesso disturba chi sta nei palazzi del potere, ma sottolinea che è importante avere il coraggio di farlo. In una situazione delicata come quella in cui si trova, è ancora più importante agire nelle sedi appropriate, come lui ha fatto. Il resto sono solo chiacchiere.

Giletti rivela l’esistenza di intercettazioni terribili, in cui una persona importante ha dichiarato che “Giletti deve essere chiuso“. Queste intercettazioni dimostrano quanto sia importante il lavoro che svolgeva. Nonostante ciò, lui e il suo team non si arrenderanno e continueranno a fare il loro lavoro. Non può dire altro per rispetto dell’azienda per cui ha lavorato per questi ultimi anni, ma vuole ringraziarla per le opportunità che gli ha dato.

Articoli recenti

I più letti