martedì - 5 Marzo - 2024

Perché i gatti ci portano animali morti e cosa significa

gatti ci portano animali morti

[presto_player id=1151]

Perché i gatti ci portano animali morti? Molto probabilmente vi sarà capitato di vedere il vostro gatto portare un animale morto davanti alla porta di casa. Ciò è naturalmente riservato a chi da, e ha, la libertà di far uscire il proprio gatto all’esterno della propria abitazione. Chiunque abbia un gatto che vive in una casa con accesso al giardino, scoprirà presto che questo comportamento nasconde amore e generosità.

Nonostante non sia un dono gradito ai nostri occhi, è un regalo genuino. Per il nostro micio, portarci la cena è un modo per prendersi cura di noi.

Cosa significa un topo morto davanti alla porta

gatti ci portano animali morti

I gatti che portano animali morti, come uccelli, lucertole, topolini e altro, lo fanno per dimostrare il loro affetto e la loro disponibilità a sacrificare qualcosa di importante per farci felici. È un gesto di estrema generosità.

I gatti ci considerano parte della loro famiglia, come se fossimo un gatto gigante. E fanno per noi quello che farebbe una madre gatta per i propri cuccioli: ci procurano il cibo per essere certi che siamo sazi e abbiamo tutto quello di cui abbiamo bisogno.

Quindi, chi pensa che i gatti non siano in grado di dimostrare amore e generosità verso i loro proprietari, dovrà ricredersi. Sono creature affettuose e premurose, pronte a fare tutto il possibile per farci sentire amati e protetti.

Perché i gatti uccidono gli uccelli

gatti ci portano animali morti

I gatti portano animali morti come riflesso di un istinto ancestrale che risale dai tempi in cui vivevano allo stato brado e dovevano provvedere al cibo in autonomia. Nonostante il nostro amico a quattro zampe non abbia bisogno di cacciare per sopravvivere, gli istinti radicati nel suo DNA continuano a manifestarsi.

Se il gatto ha la possibilità di uscire o trascorrere del tempo all’aperto, l’istinto predatorio prenderà il sopravvento e il felino cercherà di catturare qualsiasi cosa gli capiti a tiro. Tuttavia, essendo un animale altruista, potrebbe decidere di condividere il bottino con la sua famiglia umana. Questo comportamento non si limita solo agli animali morti, ma può estendersi a qualsiasi cosa che il gatto consideri di valore, come una foglia trovata davanti alla porta di casa.

Portare animali morti è un insegnamento della mamma

La caccia del gatto non è altro che un comportamento naturale e benefico, che non arreca danno se non alle prede stesse. Quando il nostro gatto ci offre un “regalo” del genere, è un segno che la madre gli ha insegnato che la caccia è necessaria per la sopravvivenza.

Se il gatto porta prede già morte, significa che è il momento di nutrirsi, mentre se le prede sono ancora vive, il gattino sta imparando a uccidere e a nutrirsi in modo naturale. Infine, se il cibo viene condiviso, è un segno che il gatto sta diventando indipendente.

Anche se può sembrare brutale per chi non conosce questo comportamento, non è necessario punire il nostro gatto per questo. I gatti non capiscono la ragione della punizione e non la meritano. Sarebbe come buttare via un regalo di un amico in sua presenza.

Cosa fare quando i gatti ci portano animali morti

Dopo una comprensibile reazione iniziale, è importante approfondire la questione e apprezzare il gesto generoso del nostro amico a quattro zampe. È possibile premiarlo ed elogiarlo per farlo sentire amato e compreso.

Tuttavia, è importante gestire correttamente il ritrovamento della lucertola o del topolino morti, evitando che diventino un pasto per il gatto. È fondamentale smaltirli in modo adeguato e discreto, evitando di farlo di fronte al felino, che potrebbe sentirsi male e non capire il motivo della nostra reazione.

Articoli recenti

I più letti