sabato - 20 Luglio - 2024

Scomparsa piccola Kata, l’annuncio poco fa: “i genitori hanno parlato”

Sono passati quasi due mesi dalla dolorosa scomparsa della piccola Kata, la bimba peruviana di soli tre anni, della quale si sono perse le tracce lo scorso 10 giugno. Kata risiedeva con la madre 25enne, Katfrina Alvarez, ed il fratello minore in una camera dell’ex hotel Astor di Firenze, uno stabile finito nelle mani della criminalità organizzata ed occupato da un centinaio di abusivi, tutti di nazionalità straniera.

Alla dolorosa scoperta della scomparsa di Kata, è stata la madre Katfrina, la quale rientrando da lavoro non ha più ritrovato la piccola che era stata affidata al fratello e alla cognata. I genitori della bambina sono fermamente convinti dell’ipotesi rapimento.

L’Indagine sul Rapimento

Al momento, l’attenzione della Procura è focalizzata sulle presunte faide tra clan per il controllo del racket delle camere all’interno dell’ex albergo occupato. I vari blitz eseguiti finora presso lo stabile non hanno portato ad alcun risultato degno di nota, mantenendo il caso avvolto nel mistero.

Lo scorso sabato 5 agosto, le indagini hanno preso una svolta significativa. Le forze dell’ordine hanno proceduto all’arresto di 4 peruviani e dello zio della bambina scomparsa, coinvolto anch’egli nel racket delle camere. Gli investigatori lo stanno sottoponendo ai dovuti interrogatori per appurare che sappia qualcosa sulla scomparsa della nipote.

Le Dichiarazioni dei Genitori

Stanno suscitando grande clamore le dichiarazioni dei genitori della bambina. Katherine Alvarez e Miguel Chicclo Romero, visibilmente preoccupati e angosciati, hanno espresso il loro dolore e disperazione. Vorrebbero almeno sapere che la figlia stia bene, ma finora nessun presunto rapitore si è fatto sentire.

La mamma di Kata, in un momento di dolore, si è sfogata con i suoi legali, affermando: “Vorrei sapere se Kata è viva, se sta bene, sono passati due mesi e stare così senza sapere nulla mi fa stare male. Non si può stare così senza sapere niente. Chi sa di Kata mi faccia sapere qualcosa”.

La madre si è mostrata anche collaborativa nelle indagini, sperando che la nuova indagine possa portare a ritrovare la figlia. Anche l’arresto del fratello, Abel Alvarez, sembra essere un passaggio chiave, e la madre si auspica che possa dire ‘tutta la verità’.

L’Appello Disperato dei Genitori

“Chiunque sappia qualcosa della piccola Kata parli” – questo il grido di dolore di entrambi i genitori. Più passa il tempo e più le speranze di ritrovarla in vita si abbassano.

Prossimi Passaggi nelle Indagini

Nelle prossime ore, lo zio di Kata e gli altri peruviani arrestati saranno messi sotto torchio per cercare indizi utili sul presunto rapimento della bambina. L’ipotesi tenuta maggiormente in considerazione rimane quella di una possibile ritorsione per via del racket delle camere, un aspetto che potrebbe essere chiave per risolvere questo tragico mistero.

Articoli recenti

I più letti