martedì - 5 Marzo - 2024

Toto Cutugno, i sintomi del male che lo ha colpito: attenzione a questi

È con profondo dolore che si annuncia la morte di Toto Cutugno, avvenuta il 22 agosto alle 16 presso l’ospedale San Raffaele di Milano. Il cantautore, che aveva festeggiato il suo 80° compleanno a luglio, era ricoverato nella suddetta struttura. La triste notizia è stata resa nota dal suo manager, Danilo Mancuso, che ha rivelato come la condizione dell’artista si fosse aggravata negli ultimi mesi a seguito di una lunga malattia.

Una carriera leggendaria

Con oltre 100 milioni di copie vendute, Toto Cutugno è considerato uno dei musicisti italiani di maggior successo nella storia. Il suo talento lo ha visto primeggiare sia come cantante dei propri brani che come autore e produttore per altri artisti, tra cui spicca il nome di Adriano Celentano negli anni ’70 e ’80. Ha inoltre partecipato a 15 edizioni del Festival di Sanremo, trionfando nel 1980 con “Solo noi”, e ottenendo numerosi piazzamenti tra i primi posti, sia come cantante che come autore per altri artisti.

La casa discografica Carosello Records ed Edizioni Curci ha reso omaggio al cantautore, ricordando come Toto Cutugno abbia rappresentato una delle figure più significative del panorama musicale italiano, un artista che ha portato la tradizione canora italiana nel mondo e continuerà a ispirare generazioni.

Vita privata

Toto, il cui vero nome era Salvatore Cutugno, ha condiviso quasi 50 anni di matrimonio con Carla, con cui si era sposato nel 1972. Nonostante fossero molto legati, Carla ha sempre evitato i riflettori. Da una relazione extraconiugale, Cutugno ha riconosciuto un figlio, Nico.

La lotta contro la malattia

La causa della morte di Toto Cutugno è stata una neoplasia alla prostata. Una patologia diffusa che, se non diagnosticata e trattata tempestivamente, può avere esiti fatali. Fu Al Bano Carrisi a consigliare a Cutugno, circa vent’anni fa, di sottoporsi a una visita specialistica. Nonostante la diagnosi iniziale fosse stata molto grave, Cutugno è riuscito a lottare contro la malattia per oltre 15 anni.

La neoplasia della prostata è causata dalla crescita incontrollata delle cellule all’interno di questa ghiandola. Negli stadi iniziali, la malattia non presenta sintomi, ma con il progredire può manifestare complicazioni urinarie. La diagnosi si basa sull’esplorazione rettale e sul controllo del PSA attraverso un esame del sangue.

Addio a un gigante della musica

Le esequie di Toto Cutugno si terranno il 24 agosto a Milano. Con la sua scomparsa, la musica italiana perde uno dei suoi pilastri, ma il suo ricordo e la sua musica continueranno a vivere nel cuore dei suoi fan.

Articoli recenti

I più letti