martedì - 5 Marzo - 2024

Allerta per i correntisti Unicredit: c’è il rischio di trovarsi il conto prosciugato

[presto_player id=1033]

In questo periodo, si sta verificando una crescente diffusione delle frodi online che possono comportare la perdita di denaro dal proprio conto corrente, se non si è sufficientemente vigili. Tali frodi si verificano anche fuori casa, soprattutto ai danni di individui anziani, come ad esempio ai Bancomat o ai Postamat.

Le frodi online possono presentarsi sotto forma di email fraudolente che fingono di essere inviate da enti pubblici o di siti web truffaldini che offrono servizi di prenotazione per vacanze, hotel e altre mete turistiche. Gli utenti, pur avendo effettuato le prenotazioni seguendo le procedure standard, si ritrovano poi a dover fronteggiare spiacevoli sorprese.

Inoltre, è fondamentale prestare attenzione anche alle frodi telefoniche, che possono riguardare il cambio di contratto per la fornitura di servizi telefonici o energetici, o che possono addirittura mascherarsi da istituti bancari. Sebbene possa sembrare incredibile, tali frodi sono ancora possibili e possono essere molto convincenti.

Per evitare di cadere vittima di queste insidie, è indispensabile rimanere sempre vigili e non credere che queste frodi siano ormai scomparse. Infatti, il fatto di ritenere che non possano accadere più rende ancora più vulnerabili. Ciò è stato dimostrato anche dai casi di alcuni clienti della nota banca Unicredit che sono stati truffati.

Truffa conto Unicredit: che cosa è accaduto

In realtà, questi individui sono caduti in una trappola rispondendo a una telefonata che all’apparenza sembrava innocua, ma che in realtà nascondeva un inganno mirato a sottrarre i loro soldi.

È essenziale prestare la massima attenzione a queste frodi, poiché possono colpire qualsiasi istituto bancario. Ad esempio, alcuni clienti della banca Unicredit hanno ricevuto una chiamata che sembrava provenire dalla loro filiale Unicredit. Tuttavia, l’interlocutore che ha risposto era un truffatore che ha fatto credere agli utenti di aver individuato attività sospette sui loro conti correnti. Per proteggere i loro risparmi, gli utenti sono stati invitati a eseguire un bonifico su un conto temporaneo, e molti di loro hanno accettato senza fare troppe domande e hanno anche fornito le proprie credenziali di accesso al conto.

I truffatori hanno inviato link per aprire dei file che, invece, hanno permesso loro di sottrarre denaro dai conti degli utenti. Successivamente, Unicredit ha inviato comunicazioni ai propri clienti, sottolineando che la banca non avrebbe mai chiesto loro di eseguire tali operazioni. Inoltre, gli utenti sono stati invitati a chiudere immediatamente la telefonata e a segnalare l’accaduto.

Articoli recenti

I più letti