venerdì - 21 Giugno - 2024

Si impossessa della carta di credito dei genitori e spende 64.000 euro in giochi, la madre: “Siamo disperati”

[presto_player id=3297]

La vita lavorativa e i sacrifici fatti per accumulare risparmi possono svanire in un batter d’occhio, specialmente quando tua figlia ha accesso al tuo conto in banca e una passione per i giochi sul cellulare. Questo è quanto riportato da Elephant News, un canale televisivo regionale della provincia di Henan, in Cina, secondo cui una tredicenne ha speso l’intero patrimonio dei suoi genitori, per un totale di 64.000 dollari, in giochi per il cellulare, dopo aver ottenuto furtivamente le informazioni della carta di credito di sua madre.

Gong Yiwang, la madre, ha condiviso con i media come ha scoperto lo spropositato dispendio di denaro da parte della figlia. È stata allertata dalla telefonata di un docente della scuola della ragazza, che sospettava una dipendenza da giochi per smartphone. Quando si è recata in banca, ha dovuto confrontarsi con l’orrido scoperto: nel suo conto erano rimasti solo sette centesimi. “Non avrei mai immaginato che una tredicenne potesse fare una cosa del genere. Sono sconvolta e disperata, ho la sensazione che la mia testa stia per esplodere”, ha dichiarato tra le lacrime.

Scavando più a fondo, Yiwang ha scoperto che, da gennaio a maggio, la figlia aveva speso all’incirca 16.800 dollari per l’acquisto di account per giochi e quasi 30.000 dollari in acquisti all’interno dei giochi stessi. Inoltre, la ragazza ha inviato denaro ad almeno dieci dei suoi amici che desideravano gli stessi prodotti, cedendo alla loro pressione. “Se non avessi inviato loro il denaro, mi avrebbero tormentato per tutto il giorno”, si è difesa la tredicenne. “Se avessi parlato con l’insegnante, avevo paura che avrebbe informato i miei genitori e che sarebbero diventati furiosi”.

Ma come ha fatto la tredicenne ad ottenere l’accesso al conto bancario? La stessa ragazza ha rivelato di aver collegato la carta di sua madre al suo telefono quando le era stato concesso l’accesso alle credenziali per acquistare un prodotto online. Attualmente, Yiwang sta cercando di recuperare i soldi spesi attraverso le piattaforme di gioco, ma fino ad ora non ha ottenuto alcun risultato.

Articoli recenti

I più letti