domenica - 16 Giugno - 2024

1 Maggio, chi avrà nello stipendio fino a 200 euro?

[presto_player id=1841]

Il mese di maggio comincia con una nota positiva, poiché si parla di soldi extra che entrano, il che è motivo di gioia considerando che solitamente ci troviamo a dover fare i conti con una spesa continua. In un periodo storico in cui i prezzi di qualsiasi bene aumentano notevolmente, è sempre bello sapere di poter contare su qualche soldo extra. Oggi vogliamo parlare di una vera e propria sorpresa che arriva il 1° maggio. Questo è un bel modo per iniziare il mese primaverile, in cui i fiori sbocciano e forse anche il nostro portafoglio si rimpolpa.

Ma di cosa stiamo parlando esattamente? Il mistero si risolve presto: si tratta del cosiddetto “decreto 1° maggio“, la giornata dei lavoratori che porta con sé una buona notizia, ovvero un bonus di 200 euro. Tuttavia, fermi tutti, non si tratta di un bonus di 200 euro una tantum, come ci saremmo aspettati, ma semplicemente dell’effetto del taglio del cuneo fiscale introdotto con il Decreto Lavoro.

Inoltre, va subito specificato che non tutti i lavoratori sono coinvolti, ma solo alcuni. Non è corretto dire che tutti i lavoratori potranno contare su un taglio del cuneo fiscale di 200 euro alla fine dell’anno 2023. In realtà, i lavoratori riceveranno solo pochi euro, distribuiti in base alla fascia di reddito di appartenenza. Ecco i dettagli:

  • 10 euro netti fino a 15.000 euro di reddito;
  • 11 euro netti fino a 20.000 euro di reddito;
  • 14 euro netti fino a 25.000 euro di reddito;
  • 15,3 euro netti fino a 30.000 euro di reddito;
  • 16,4 euro netti fino a 35.000 euro di reddito.

Ma non è tutto, perché dal primo maggio 2023 potrebbe aumentare anche l’assegno unico universale 2023. Anche se qualche euro in più entrerà, purtroppo non si tratta di cifre sufficienti per far sorridere i lavoratori e consolarli dalle difficoltà che hanno affrontato ultimamente.

Articoli recenti

I più letti