venerdì - 21 Giugno - 2024

86enne investe e uccide la figlia dopo una lite di natura familiare

A Monopoli, nella provincia di Bari, Vincenzo Formica, un uomo di 86 anni, è stato arrestato dai carabinieri. L’accusa è quella di aver investito e causato la morte di sua figlia, Mariangela, di 54 anni, a seguito di un litigio di natura familiare.

I militari sono intervenuti in seguito a una segnalazione e hanno scoperto il corpo della donna giacente su una strada privata. Le indagini successive hanno rivelato seri indizi contro l’uomo, che aveva precedenti e, per questo, è stato arrestato e trasferito in prigione con l’accusa di omicidio.

Formica, padre di un altro figlio, vive con la moglie che soffre di gravi problemi di salute. In seguito a questo tragico evento, la donna è stata assistita dai servizi sociali del Comune di Monopoli.

I dettagli relativi alla dinamica dell’incidente e i motivi che l’hanno scatenato non sono ancora chiari, ma sembra che tra padre e figlia vi fossero tensioni da lungo tempo, principalmente legate alla cura della madre.

Si ipotizza che la discussione si sia intensificata e sfociata nella tragedia finale perché Mariangela era determinata a trasferire la madre a casa sua per assisterla meglio, cosa a cui il padre si opponeva fermamente. Al momento, non è chiaro se altre persone abbiano assistito al litigio. L’autopsia sul corpo della vittima sarà effettuata nei prossimi giorni.

Articoli recenti

I più letti