giovedì - 29 Febbraio - 2024

Il frutto quasi dimenticato che fa andare di corpo, fa perdere peso e abbassa il colesterolo

Nel panorama dei cibi che fanno bene alla salute, ci sono alcune vere e proprie “perle” che andrebbero rivalutate. Tra queste, emerge con prepotenza la carruba, un frutto con radici antiche che, nonostante fosse molto amato dalle generazioni passate, è stato in parte dimenticato. Eppure, le sue proprietà nutrizionali sono davvero notevoli.

Diamo uno sguardo più da vicino a questo frutto, ponendo l’accento sui suoi benefici e su come può essere integrato nella nostra dieta quotidiana.

Origine e caratteristiche della carruba

Scientificamente nota come Ceratonia siliqua, la carruba è il risultato della crescita dell’albero omonimo, membro della famiglia delle Fabaceae. Il suo habitat naturale si trova nelle zone del Mediterraneo e dell’Asia occidentale.

Dal punto di vista estetico, la carruba si presenta come un baccello, che ricorda la fava, con una polpa dolce, ricca di fibre, e semi al suo interno.

Proprietà nutrizionali della carruba

Questo frutto è un vero concentrato di salute. Al suo interno troviamo un’ampia gamma di vitamine e minerali, tra cui spiccano la vitamina B, il calcio, il ferro, il magnesio, il potassio e lo zinco. Non solo, è anche una ricca fonte di fibre alimentari, proteine e antiossidanti.

Benefici per la nostra salute

  1. Supporto digestivo: Il notevole contenuto di fibre rende la carruba un sostegno per la digestione, favorendo la regolarità intestinale e prevenendo problemi come la stitichezza.
  2. Controllo del peso: La fibra aiuta anche a sentirsi sazi, limitando l’assunzione di cibo e facilitando il controllo del peso.
  3. Salute cardiaca: Essendo priva di colesterolo e ricca di potassio, la carruba contribuisce al benessere del cuore e riduce i rischi legati alle malattie cardiovascolari.
  4. Rinforzo immunitario: Gli antiossidanti, in particolare i polifenoli, aiutano a rafforzare le difese immunitarie.
  5. Regolazione del colesterolo: Le fibre solubili contenute nella carruba possono contribuire a diminuire i livelli di colesterolo LDL.
  6. Fonte di nutrienti: Ricordiamo il suo contributo in termini di calcio, fondamentale per le ossa, e di ferro, che combatte l’anemia.

Come si mangia la carruba

La carruba può essere consumata in diverse forme. I suoi frutti secchi, noti come carrube, possono essere mangiati così come snack o utilizzati come ingrediente per dolci e prodotti da forno. In alcune tradizioni, la carruba viene macinata per ottenere una polvere, che può essere utilizzata come sostituto del cacao, essendo priva di caffeina e teobromina.

La carruba è un frutto versatile e nutriente che offre una serie di benefici per la salute. La sua riscoperta ci ricorda che spesso le tradizioni culinarie dei nostri nonni possono essere una preziosa fonte di conoscenza sulla salute e il benessere. Quindi, la prossima volta che avrai l’opportunità, prova ad includere la carruba nella tua dieta e goditi i suoi molteplici vantaggi per il benessere generale.

Articoli recenti

I più letti