domenica - 21 Aprile - 2024

Bagnino salva una coppia di fidanzati, poi viene picchiato dai turisti: “Aveva detto di non entrare in acqua”

Un coraggioso bagnino a Camerota, in provincia di Salerno, ha avuto un’esperienza sconvolgente: prima ha rischiato la propria vita per salvare una coppia di fidanzati, poi è stato brutalmente aggredito da un turista a cui era stato chiesto di non tuffarsi nel mare in tempesta. Il sindaco del comune del Cilento, Mario Salvatore Scarpitta, ha condiviso l’incidente sui social media, fornendo rassicurazioni sulle condizioni di salute del bagnino, Gerardo Diotaiuti, 19 anni, e lodando l’intervento dei carabinieri che sono riusciti a identificare l’aggressore.

Il messaggio del sindaco

Secondo il racconto del sindaco, dopo aver colpito il bagnino con un pugno in volto, l’aggressore è fuggito. A seguito dell’episodio, il sindaco ha lanciato un appello sui social media, invitando chiunque avesse informazioni a mettersi in contatto con le forze dell’ordine, anche in modo anonimo, per aiutare a individuare l’aggressore e consegnarlo alla giustizia. Ha sottolineato l’importanza di garantire che questa persona fosse allontanata da Camerota, al fine di proteggere la sicurezza e l’integrità della comunità locale e dei visitatori.

Il sindaco ha successivamente annunciato che l’aggressore è stato identificato: “Nonostante l’individuo avesse cercato di far perdere le proprie tracce dopo aver colpito il giovane, l’intervento rapido e deciso delle forze dell’ordine ha permesso di identificarlo e sottoporlo alla giustizia,” ha dichiarato Scarpitta.

Il sindaco ha poi espresso la sua gratitudine al direttore dell’hotel dove alloggiava l’aggressore, che si è messo in contatto con lui per esprimere le proprie scuse a lui e alla famiglia di Gerardo. Scarpitta ha descritto questo gesto come una “dimostrazione di responsabilità e sensibilità” degna di nota.

Un tributo al bagnino coraggioso

Il sindaco ha riservato parole di grande stima per Gerardo, il giovane bagnino. Ha elogiato il suo coraggio, sottolineando come il suo esempio di dedizione e impegno debba essere riconosciuto e celebrato. Gerardo è descritto come un ragazzo umile, uno studente modello che lavora con passione e che, durante l’estate, presta servizio come bagnino presso un lido. Purtroppo, come ha sottolineato il sindaco, Gerardo è stato vittima di un’aggressione ingiustificabile sulla spiaggia della Calanca.

Articoli recenti

I più letti