giovedì - 29 Febbraio - 2024

Confessione choc dell’infermiera: “Sono malvagia, sono stata io”. Ha ucciso 7 neonati

Un evento sconvolgente si è verificato nel Regno Unito: Lucy Letby, un’infermiera di 33 anni, è stata ritenuta colpevole di aver terminato la vita di sette neonati e di aver tentato di nuocere ad altri sei neonati.

Questi gravi atti sono stati commessi durante il suo servizio presso l’unità neonatale del Countess of Chester Hospital tra il giugno 2015 e il giugno 2016. Il verdetto è stato emesso dalla Manchester Crown Court. È un caso senza precedenti nella storia recente britannica.

Le prove e il movente

Durante il quarto giorno del processo alla Corte di Manchester, il procuratore Nick Johnson ha rivelato ai giurati alcune note cruciali trovate dalla polizia. Su un post-it verde, Lucy Letby aveva confessato: «Non merito di vivere. Li ho uccisi di proposito perché non sono abbastanza brava a prendermi cura di loro». Ha anche scritto, «Sono malvagia, sono stata io». L’avvocato di Letby ha interpretato tali note come l’espressione di una «donna angosciata e disperata». Una parte della nota riportava: «Ho una paura travolgente… Non avrò mai figli e non mi sposerò. Non saprò mai cosa significhi avere una famiglia».

“Colpevole”

Il verdetto ha richiesto ben 22 giorni di deliberazione da parte della giuria a Manchester. Lucy Letby aveva utilizzato metodi mortali come l’iniezione d’aria, la sovralimentazione con latte, trasfusioni di sangue non concordate e somministrazione di insulina. Il suo operato, nel reparto neonatale dell’ospedale pubblico di Chester, l’ha resa una vera e propria serial killer. Ciò che la rende particolarmente terribile è il fatto di aver preso di mira neonati, un fatto sottolineato anche dalla BBC.

Durante il processo, Letby è stata descritta come una persona “calcolatrice”. Ha usato metodi che lasciavano poche tracce e ha cercato di nascondere le sue azioni ai colleghi, che però sono diventati sospettosi. La crescente quantità di morti sospette ha portato a un’inchiesta nel 2017. L’infermiera è stata arrestata due volte, nel 2018 e nel 2019, ma rilasciata su cauzione. Successivamente, è stata incarcerata dopo che la polizia ha trovato prove sufficienti contro di lei. Questo caso è già considerato uno dei peggiori nella storia dell’NHS, il servizio sanitario nazionale britannico.

La sentenza in arrivo

La sentenza sarà pronunciata lunedì mattina alle 10 (ora di Londra), che corrispondono alle 11 in Italia. Il processo è durato nove mesi, mentre i reati sono stati commessi nell’arco di un anno. Lucy Letby è stata interrogata per la prima volta dalla polizia il 3 luglio 2018.

Articoli recenti

I più letti