giovedì - 29 Febbraio - 2024

Donna segregata con una catena al collo: il video del salvataggio della polizia

Il 16 agosto, le forze dell’ordine di Louisville, nel Kentucky, Stati Uniti, hanno fatto una scoperta sconvolgente. Seguendo una segnalazione dei residenti di Bolling Ave, gli agenti hanno individuato una donna incatenata all’interno di una casa. I vicini avevano chiamato il 911 in seguito a delle urla disperate che avevano sentito provenire dall’abitazione.

All’arrivo, gli agenti si sono immediatamente diretti verso la porta d’ingresso, ma questa risultava bloccata. Decidendo di non perdere tempo, con l’ausilio di una scala, hanno effettuato un ingresso attraverso una finestra del piano superiore. Qui hanno trovato una donna in condizioni allarmanti: aveva una catena al collo, che era stata saldamente fissata al pavimento tramite dei chiodi. Gli agenti, mostrando prontezza, hanno usato un’accetta, trovata all’interno dell’abitazione, per liberarla. Subito dopo, la donna è stata prontamente affidata alle cure del pronto soccorso e ai centri antiviolenza per assistenza e supporto.

Dopo un’indagine immediata, Moises May, un uomo di 36 anni, è stato arrestato in relazione all’incidente. Le informazioni iniziali indicano che, dopo un litigio, May avrebbe segregato la donna. Nei giorni che hanno preceduto l’orrendo ritrovamento, l’uomo avrebbe maltrattato e minacciato la donna. Nonostante fosse riuscita a fuggire, la vittima era tornata il giorno seguente per recuperare i suoi beni personali. A quel punto, il 36enne l’avrebbe nuovamente catturata e incatenata.

 

Articoli recenti

I più letti