martedì - 5 Marzo - 2024

Giulia Cecchettin, Uno scenario da brividi, il video della ragazza che tenta di fuggire dall’auto

Il femminicidio di Giulia Cecchettin ha scosso l’Italia. Nessuno avrebbe immaginato che la sua scomparsa si sarebbe trasformata in uno dei reati più atroci. La speranza di ritrovare i due ex fidanzati veneziani sani e salvi è stata infranta.

Nelle ore precedenti il ritrovamento del corpo di Giulia in un canalone, la situazione appariva sinistra. Seguivano appelli disperati delle famiglie, nonostante il tempo scorresse inesorabilmente.

Filippo Turetta è stato visto da telecamere di videosorveglianza mentre colpiva Giulia con diversi fendenti. Dopo averla fatta cadere, l’ha caricata nella sua Fiat Grande Punto nera e fuggito.

La fuga di Turetta si è conclusa con il suo arresto in Germania, poco dopo il rinvenimento del corpo della giovane vicino al lago di Barcis. Questo episodio ha rivelato una scena di estrema crudeltà, profondamente toccante.

Il video di Giulia che tenta di scappare dalla macchina è agghiacciante. La seconda pagina del nostro articolo rivela ulteriori dettagli aberranti sul caso.

Giulia è stata uccisa dal suo ex fidanzato, Filippo Turetta. Dopo la loro separazione in agosto, dopo quasi due anni insieme, erano rimasti amici e continuavano a vedersi. Un altro video, visionato da Il Gazzettino, mostra il percorso della Fiat Punto di Filippo il sabato sera del loro scomparso.

In questo video, la Fiat Punto nera circola per circa dieci minuti nelle zone industriali di Fossò, sollevando molte domande sulle intenzioni di Turetta.

Filippo, dopo aver colpito Giulia, ha girato nelle zone industriali cercando un posto per abbandonare il corpo. Le telecamere di Manufactures Dior Srl hanno catturato Giulia che tentava di fuggire dalla macchina, aprendo lo sportello per sfuggire a Turetta.

Un altro video mostra Turetta che percorre più volte lo stesso tragitto in zone industriali ancora più isolate. Si ferma davanti a un’azienda, rimanendo fermo per 90 secondi senza scendere dalla macchina, probabilmente interrotto dal passaggio di una vettura di vigilanza. Questo ha impedito a Turetta di cancellare le tracce ematiche di Giulia.

Questo nuovo video rivela che Turetta non è fuggito immediatamente ma ha esplorato dettagliatamente la zona industriale per decidere dove disfarsi di Giulia, cambiando poi idea forse a causa del passaggio della vettura di vigilanza o perché il posto non sembrava sicuro per nascondere il corpo.

Articoli recenti

I più letti