giovedì - 25 Aprile - 2024

La barista che fa pagare 2 euro di supplemento per tagliare un toast a metà: “Il lavoro in più si paga”

Un turista ha recentemente condiviso su TripAdvisor uno scontrino fiscale da un bar a Gera Lario, in provincia di Como, datato lo scorso giugno. Oltre agli articoli ordinari come caffè espresso, Coca Cola e acqua gasata, lo scontrino includeva un toast vegetariano e un costo aggiuntivo di 2 euro per tagliarlo a metà. “Incredibile ma vero”, ha commentato il cliente sorpreso.

La Risposta dei Titolari del Bar: “Ogni Servizio in Più va Pagato”

Contrariamente all’opinione del cliente, i titolari del bar non vedono nulla di strano in questo addebito extra. Cristina Biacchi, che insieme al marito è titolare del bar Pace, situato vicino al porto di Gera Lario sul lago di Como, ha risposto: “Per tagliarlo abbiamo impiegato del tempo, ogni servizio in più va pagato”.

La Spiegazione della Titolare del Bar Pace

La questione ha suscitato alcune polemiche e Biacchi ha sentito l’esigenza di spiegare la situazione. In un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, ha sottolineato che il toast in questione non era un toast “semplice”, ma conteneva anche “le patate fritte”. Secondo Biacchi, questo è un elemento importante, perché “tagliarlo in due abbiamo impiegato del tempo”. Ha inoltre spiegato: “abbiamo dovuto usare due piattini al posto di uno e poi due tovagliette”.

“Se Non Avesse Voluto Pagare, Non lo Avremmo Preteso”

Biacchi si è anche concentrata sulla mancata contestazione immediata da parte del cliente. Ha affermato che nessuno ha protestato sul momento, cosa che ha trovato “strana”. Se il cliente avesse sollevato l’argomento, Biacchi ha assicurato che avrebbe spiegato che “sta aumentando tutto e anche il tempo ha il suo costo”, aggiungendo che se il cliente “non lo avesse voluto pagare, non lo avremmo preteso, abbiamo tanto lavoro”.

La storia di uno scontrino inusuale in un bar di Gera Lario ha suscitato dibattito e polemiche. La titolare del bar Pace ha cercato di chiarire la situazione, sottolineando che ogni servizio aggiuntivo ha un costo e che c’è sempre una ragione dietro tali costi. Il caso offre un’interessante riflessione sulle aspettative dei clienti e sul valore del tempo e del servizio in un’epoca in cui tutto sta aumentando di prezzo.

Articoli recenti

I più letti