domenica - 16 Giugno - 2024

La confessione shock di Alessia Pifferi: “Ecco perché è morta”

Alessia Pifferi

[presto_player id=2451]

La confessione di Alessia Pifferi, la donna che ha ucciso la figlia Diana, è stata resa pubblica attraverso un video trasmesso nel noto programma televisivo Quarto Grado. Con un tono sommesso e pieno di rimorso, Pifferi ha ammesso di aver commesso un grave errore. Solo poche ore dopo la morte della figlia, dovuta a gravi stenti, ha confidato ai carabinieri: “Ho fatto una cosa che non andava fatta”.

Diana, una piccola creatura di appena un anno e mezzo, era stata abbandonata in solitudine nella loro casa di Milano per un periodo di sei giorni.

La spiegazione della donna

Alessia Pifferi ha cercato di spiegare le sue azioni nel video. Ha dichiarato: «Non pensavo potesse morire, pensavo più a un malore dovuto ad altro, ero preoccupata e agitata ma sono rimasta fuori». Al suo ritorno a casa il lunedì mattina, ha trovato Diana nel suo lettino, senza pannolino. La vista del corpo della bambina, con mani e piedi viola, l’ha gettata nel panico. Pur tentando di rianimare Diana con un massaggio cardiaco, Pifferi ha dovuto accettare la crudele realtà: non c’era nulla che potesse fare.

Pifferi ha rivelato dettagli ulteriori riguardo la sua vita privata nel video, tra cui il suo rapporto con l’ex compagno, Angelo Mario. Ha descritto i loro weekend romantici, che iniziavano il venerdì sera e si concludevano il lunedì mattina. Durante questi fine settimana, Diana veniva lasciata sola in casa con solo due biberon di latte e quattro bottigliette d’acqua. Questa rivelazione scioccante è stata resa nota attraverso il video esclusivo trasmesso da “Quarto Grado“.

Articoli recenti

I più letti