giovedì - 29 Febbraio - 2024

Mamma di 44 anni muore di cancro perché sottovaluta un “piccolo” sintomo: ecco quale

Karen Gillingham ha affrontato quattro interventi chirurgici, trattamenti di radiazioni e diversi cicli di chemioterapia nell’arco dell’ultimo anno, in seguito alla diagnosi di un raro tumore avvenuta intorno al mese di marzo.

Tuttavia, il 6 gennaio, alla donna di 44 anni è stato comunicato di mettere in ordine i suoi affari, poiché la sua aspettativa di vita era ridotta a poche settimane.

Karen aveva scoperto per la prima volta un nodulo indolore sulla coscia nel febbraio dell’anno precedente, ma un medico inizialmente l’aveva rassicurata affermando che era solo un lipoma.

Solo un mese più tardi, quando la residente del Nuovo Galles del Sud fu sottoposta ad un intervento chirurgico per rimuovere il tumore di 3,5 cm dalla sua gamba, il nodulo fu riconosciuto come qualcosa di più sinistro, come riporta il Daily Mail. Nonostante il primo intervento fosse solo precauzionale, Karen fu sottoposta ad una seconda operazione per rimuovere ulteriore tessuto. Fu questo secondo intervento a diagnosticare il cancro.

Il nodulo si è rivelato essere un segno di rabdomiosarcoma pleomorfo, una rara e aggressiva forma di cancro dei tessuti molli. Il marito di 14 anni, Glen Gillingham, ha rivelato che sua moglie è deceduta la sera del 21 gennaio.

“Karen è morta pacificamente nella nostra casa, tra le mie braccia”, ha confidato al Daily Mail. “I suoi figli, i suoi genitori e tutta la sua famiglia sono devastati e col cuore spezzato. Il più grande desiderio di Karen era trovare pace e ora finalmente l’ha trovata. Il doloroso viaggio di Karen con il cancro è ora concluso”.

Al momento della sua morte, un tumore letale nel petto di Karen aveva raggiunto un diametro di oltre 25 cm e stava esercitando pressione sul suo cuore, ha riferito Glen. “All’improvviso, il cuore di Karen non ha più retto allo stress causato dalla malattia che stava devastando il suo corpo”. Glen ha detto che sua moglie era circondata dalla sua affettuosa famiglia al momento della sua morte.

In un toccante tributo alla sua defunta moglie, Glen ha rivelato come pensava che avrebbero potuto avere Karen con loro per molto più tempo. “Invece, piangiamo la perdita di questa meravigliosa persona”, ha dichiarato. “Un dono al mondo, che a 44 anni, ci è stato tolto”, ha affermato. “Riposa in pace, mia adorabile e straordinaria moglie Karen. Ti amo e mi manchi profondamente, più di quanto le parole possano esprimere”.

Il vedovo ha espresso il suo impegno a diffondere la consapevolezza, sostenendo e agendo per aiutare il maggior numero possibile di persone, per combattere l'”atroce” malattia che ha tolto la vita a sua moglie. Prima della morte di Karen, la famiglia aveva avviato una campagna GoFundMe per raccogliere fondi per le sue spese mediche.

I fondi raccolti saranno ora utilizzati per sostenere le modifiche al sistema di trattamento del cancro finanziato dal governo australiano, in modo che i pazienti possano accedere ai trattamenti a un costo accessibile per loro. Glen ha rivelato di aver appreso troppo tardi su questo processo e ha espresso il desiderio di aiutare a prevenire che ciò possa accadere ad altri.

“Ho appreso molto sul cancro durante il viaggio di Karen. Ho capito che quando a una persona viene diagnosticato un cancro, deve agire rapidamente per cambiare radicalmente il proprio stile di vita, come se la sua vita dipendesse da esso, perché in effetti è così”, ha affermato. “La mia amata Karen ha sofferto e ha pagato con la sua vita, in modo che io possa portare questo messaggio a molte persone che vivono con il cancro.

Karen lascia quattro figli che ha avuto con suo marito, di 20, 17, 15 e 5 anni. È inoltre la matrigna di altri quattro figli adulti e ha otto nipoti. Da quando le è stato diagnosticato il nodulo alla gamba l’anno scorso, Karen ha dovuto affrontare un percorso estenuante, che ha incluso quattro interventi chirurgici, radiazioni e chemioterapia. Ma poco dopo l’inizio del nuovo anno, i medici le hanno detto di “mettere ordine nelle sue cose” a causa della natura aggressiva del cancro. Glen ha descritto il dover comunicare ai loro figli che Karen aveva solo poche settimane di vita come una “tormenta”.

Articoli recenti

I più letti