giovedì - 25 Aprile - 2024

Risulta cieco al 100% ma guida e legge giornali: truffa da 120 mila euro

[presto_player id=1803]

I Carabinieri della Stazione di Vallinfreda hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo richiesto dalla Procura ed emesso dal Tribunale di Tivoli nei confronti di un uomo di 58 anni, attualmente indagato per truffa aggravata ai danni dell’Inps e quindi dello Stato. Si precisa che l’indagato, come previsto dalla legge e in considerazione dell’attuale fase del procedimento (indagini preliminari), va ritenuto presunto innocente fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile. L’operazione è stata condotta sulla base degli elementi probatori raccolti durante l’inchiesta.

Risultava cieco al 100% dal 2015

L’uomo risultava cieco assoluto, come decretato dalla commissione medica dell’A.S.L. competente e come tale percepiva emolumenti per l’invalidità riconosciuta dal 2015, per complessivi 1.200 euro mensili. Le indagini svolte consentivano di raccogliere elementi su una condotta di vita del tutto normale: nel corso dell’attività investigativa i militari hanno accertato che guidava regolarmente la sua autovettura, salutava le persone che incontrava a piedi o al bar e leggeva abitualmente il giornale.

Molti gli elementi indiziari raccolti dai Carabinieri della Stazione di Vallinfreda, che hanno svolto una certosina attività d’indagine coniugando le “tradizionali” tecniche investigative dell’osservazione e del pedinamento con l’esame della documentazione sanitaria depositata.

Sulla base delle risultanze d’indagine la Procura della Repubblica di Tivoli ha chiesto ed ottenuto dal Tribunale di Tivoli un decreto di sequestro per l’importo indebitamente percepito dall’indagato nel corso degli anni, corrispondente a circa 120.000 euro.

Col sequestro si è assicurato il recupero dell’intero ricavato illecito che avverrà all’esito della condanna con la vendita degli immobili sequestrati. Nel dare atto della professionalità dell’Arma dei Carabinieri, prosegue l’azione della Procura di Tivoli nel richiedere e ottenere sequestri per recuperare i profitti illeciti, così i dando attuazione al principio per cui la criminalità si contrasta (anche) sottraendo il profitto accumulato.

Articoli recenti

I più letti