giovedì - 22 Febbraio - 2024

Zenzero, nessuno conosce i reali effetti sul metabolismo: sono allucinanti e nessuno li conosce davvero

Radice Bitorzoluta e Aspetto Bizzarro: Lo zenzero, con le sue origini in India e Malesia, è stato portato alle nostre latitudini da Alessandro Magno.

Dotato di mille proprietà e un sapore forte e pungente, lo zenzero si distingue nettamente da altre spezie. Si può utilizzare grattugiato o a fette, e si trova disponibile anche come polvere, oltre a essere proposto sotto forma di tisana o integratori.

Utilizzo in Cucina e Proprietà Dimagranti: Oltre al suo uso in cucina per arricchire il gusto di carne, pesce, insalate e dolci con una nota piccante, lo zenzero è promosso anche come agente dimagrante che influisce sul metabolismo. Ma quali sono i suoi reali effetti sul nostro metabolismo? La verità ti stupirà.

Zenzero: i Reali Effetti sul Metabolismo

Lo zenzero ha molteplici proprietà benefiche, in particolare è noto per la sua capacità di alleviare nausea e vomito, efficace non solo per chi viaggia ma anche durante la gravidanza. Famosi sono le tisane e i consigli di personaggi noti e influencer. Per i viaggi, invece, si preferiscono caramelline o pezzetti di zenzero fresco o candito.

In inverno, lo zenzero supporta nella lotta contro tosse e mal di gola. La medicina cinese gli attribuisce un potere riscaldante e proprietà analgesiche e antinfiammatorie, utili contro malattie da raffreddamento e per stimolare il sistema immunitario. È consigliata una tisana calda con miele. Queste stesse proprietà sono utili contro mal di testa, dolori mestruali e muscolari. Ma lo zenzero fa davvero dimagrire? Che effetti ha sul nostro metabolismo?

La Verità

La risposta potrebbe sorprendere. Gli integratori a base di zenzero sono pubblicizzati come sciogli grasso che attiverebbero il metabolismo. Il dottor Mastropietro, nutrizionista, ha svelato su Pazienti che uno studio ha dimostrato: “che l’assunzione di zenzero di 1000mg/di sotto forma di integratore ha ridotto il peso, il rapporto vita/fianchi, il glucosio a digiuno e ha aumentato il colesterolo HDL, ma non ha influenzato i livelli di insulina, trigliceridi, colesterolo totale e LDL”.

Tuttavia, egli precisa: “La perdita di peso è stata minima, non è cambiato il BMI (indice massa corporea) dei soggetti”. Una dieta sana ed equilibrata e attività fisica restano i metodi migliori per perdere peso correttamente.

Articoli recenti

I più letti