domenica - 16 Giugno - 2024

Bambino di 2 anni morto a Livorno: la mamma arrestata per omicidio premeditato. “Non era caduto dallo scivolo”

La madre del bambino, originaria dell’America Centrale, aveva inizialmente riferito che il piccolo si era sentito male dopo aver subito due cadute da uno scivolo in un parco giochi. Tuttavia, ulteriori indagini medico-legali hanno smentito questa versione dei fatti. Le gravi lesioni riscontrate sul corpo del bambino rendevano, infatti, impossibile la teoria che potesse essersi mosso autonomamente dopo tali cadute.

La Ricostruzione degli Eventi da Parte degli Investigatori

Gli investigatori della squadra mobile di Livorno hanno meticolosamente ricostruito la timeline degli eventi accaduti il giorno della tragica morte. Hanno scoperto che la madre avrebbe dovuto consegnare il bambino al padre quel giorno, ma invece è entrata in un condominio nel quartiere di Borgo Cappuccini il pomeriggio del 16 agosto, uscendone solo undici ore dopo. A quel punto, il bambino era molto probabilmente già deceduto.

Ipotesi di Omicidio Volontario

L’ipotesi principale degli investigatori è che la madre abbia agito volontariamente, potenzialmente causando la morte del bambino tramite una caduta da un punto elevato all’interno del condominio. Aggravante è il fatto che il bambino avrebbe dovuto essere restituito al padre, che deteneva la custodia esclusiva, proprio nel giorno della sua morte. Ulteriori indagini durante un procedimento civile a Torino, dove il bambino viveva con entrambi i genitori, hanno rivelato segni di disturbi di personalità nella madre, che era stata giudicata come una persona pericolosa.

L’Arresto e le Prossime Azioni Legali

La decisione di procedere all’arresto della madre è stata presa per mitigare il rischio di fuga e il pericolo di una possibile reiterazione del reato. La donna è stata rintracciata dalla polizia di Livorno a Torino e trasferita nel carcere Don Bosco di Pisa. Nei prossimi giorni, sarà sottoposta a un interrogatorio di garanzia per chiarire ulteriormente i dettagli di questa tragedia sconvolgente.

In un contesto già pesante e delicato, questo caso aggiunge un ulteriore livello di complessità e gravità, poiché mette in luce le dinamiche familiari tragiche e i potenziali pericoli che possono derivare da disturbi di personalità non trattati o non identificati.

Articoli recenti

I più letti