mercoledì - 24 Luglio - 2024

Ecco come avere una buona circolazione sanguigna per evitare coaguli di sangue mortali

Un coagulo di sangue, conosciuto medicalmente come thrombus, è un accumulo di piastrine nel nostro corpo che si forma a seguito di una lesione. I coaguli di sangue sono effettivamente una rete di piastrine, globuli rossi, plasma e proteine che “tappano il buco” nel corpo dopo una ferita, aiutando la lesione a guarire. È una risposta salutare che ci aiuta a guarire, ma può diventare molto pericolosa in presenza di trombosi. Quest’ultima è una condizione rischiosa che si verifica quando un coagulo di sangue blocca la circolazione nel nostro sistema vascolare, mettendo a rischio la vita.

I coaguli di sangue si dissolvono da soli, a meno che non ci sia trombosi. Gli esperti sostengono che possono causare molte condizioni, tra cui infarti e ictus. L’ictus provoca oltre 100.000 decessi negli USA ogni anno, con una persona su venti che ne muore. La maggior parte delle morti da ictus è dovuta a ictus ischemici, che si verificano quando il flusso di sangue al cervello viene bloccato, proprio come nella trombosi.

Oltre a causare migliaia di morti, gli ictus costano miliardi agli USA ogni anno, motivo per cui la scienza è determinata a fermarli. Sebbene non esista una cura miracolosa, ci sono passi che si possono compiere per prevenirlo.

Tipi di coaguli di sangue

Ci sono due tipi di coaguli di sangue: arteriosi e venosi. Ognuno presenta sintomi diversi e può ostruire arterie o vene. Sebbene entrambi siano pericolosi, quest’ultimo è più letale poiché può bloccare il flusso sanguigno al cuore o al cervello.

I principali sintomi dei coaguli arteriosi includono freddo nelle braccia e nelle gambe, dolori muscolari, debolezza nella zona colpita e formicolio e intorpidimento nelle braccia e nelle gambe. I principali fattori di rischio sono: fumo, ipertensione, obesità, sedentarietà, alto livello di colesterolo e diabete.

Per quanto riguarda i coaguli venosi, tendono a svilupparsi lentamente, solitamente dopo un trauma fisico. Si formano principalmente nelle gambe e possono essere suddivisi in tre categorie: embolia polmonare, trombosi venosa profonda e trombosi venosa superficiale. Di questi, l’ultimo è il più semplice da trattare, mentre l’embolia polmonare può essere fatale se non curata. È essenziale ricevere un trattamento medico immediato, sia che si tratti di coaguli arteriosi che venosi.

Come riconoscere i primi sintomi dei coaguli di sangue

Riconoscere i primi sintomi è fondamentale. In generale, i medici consigliano di recarsi in ospedale in caso di formicolio e intorpidimento nelle gambe, arti freddi al tatto o dolore nella zona colpita. Se si avvertono sintomi come dolore toracico, difficoltà respiratoria, aumento della frequenza cardiaca, febbre, nausea, vomito e sudorazione eccessiva, la situazione potrebbe essere grave e bisogna recarsi in ospedale immediatamente.

La buona notizia è che è possibile prevenire questi problemi fluidificando il sangue. E non si ha bisogno di anticoagulanti. In effetti, esistono metodi naturali per rendere il sangue più fluido e prevenire la formazione di coaguli letali. Inoltre, di seguito è presente una lista di anticoagulanti naturali da aggiungere alla propria dieta.

Mangia in modo sano

Un elevato livello di colesterolo è uno dei principali fattori di rischio per la formazione di coaguli. Mantenendolo sotto controllo, si riduce il rischio di coagulazione. Evita cibi trasformati, grassi insalubri e zucchero. Consuma più frutta e verdura per prevenire varie malattie, inclusi i coaguli.

Smettere di fumare

Fumare è pericoloso per la salute. Smittendo, si migliora la salute cardiaca e generale.

Attività fisica

È essenziale restare attivi per ridurre il rischio di coaguli.

Fluidificanti naturali del sangue

  • Vitamina E: presente in avocado, broccoli, verdure a foglia verde, zucca, kiwi e mandorle.
  • Acidi grassi omega-3: trovati in pesci, semi di zucca, noci e olio d’oliva.
  • Vitamina C: contenuta in cavolo riccio, cavoli, alimenti fermentati e agrumi.
  • Ginkgo: può ridurre la fibrina nel sangue e prevenire la formazione di coaguli.
  • Aglio: insieme all’olio d’oliva e alle cipolle, può prevenire i coaguli meglio di molti farmaci.
  • Curcuma e zenzero: entrambi sono potenti anticoagulanti naturali.

Articoli recenti

I più letti