giovedì - 22 Febbraio - 2024

La sorella di Giulia rompe il silenzio: “Filippo era possessivo, ecco cosa le scriveva”

In questi giorni, l’Italia è in trepidante attesa per la scomparsa di due giovani di 22 anni. È stata avviata un’imponente operazione di ricerca, con lo scopo di ricostruire con precisione gli ultimi spostamenti dei ragazzi.

Questa scomparsa è solo l’ultimo episodio in una serie di casi simili nel Paese, un fenomeno che sta assumendo rilevanza statistica. Secondo un report del Ministero dell’Interno, nel primo semestre dell’anno scorso, la media è stata di 53 scomparse al giorno, con il 52,3% di ritrovamenti e un totale di 9.599 denunce dal 1° gennaio al 30 giugno 2022, un incremento rispetto all’anno precedente.

L’attenzione si concentra ora sulla scomparsa di Giulia Cecchettin e Filippo Turetta, la cui assenza ha scosso l’opinione pubblica. Scomparsi improvvisamente, hanno lasciato le loro famiglie in uno stato di profonda angoscia. L’allarme è stato dato domenica mattina, con una denuncia presentata dal padre di Giulia.

Recentemente, è stato rilevato un agghiacciante sviluppo: in una zona industriale vicino al luogo della scomparsa, sono state trovate tracce di sangue. Queste sono state segnalate da alcuni operai e sono ora in fase di analisi per un confronto DNA.

Gli inquirenti hanno interrogato le famiglie dei due ragazzi, cercando indizi preziosi. La sorella di Giulia ha menzionato una possessività dell’ex fidanzato, che potrebbe essere significativa.

Giulia e Filippo sono spariti sabato sera dopo una lite in un parcheggio di Vigonovo. Un testimone ha riferito di averli visti litigare, ma quando le forze dell’ordine sono arrivate, i due erano già scomparsi.

La loro relazione sentimentale era terminata mesi fa, ma si sospetta che Turetta non avesse accettato la fine. La sorella maggiore di Giulia, Elena, ha espresso la sua preoccupazione, rivelando che Filippo era eccessivamente possessivo e geloso, mostrando messaggi inquietanti inviati a Giulia.

Infine, le ricerche si sono estese al Friuli Venezia Giulia, poiché la Fiat Grande Punto nera di Turetta è stata registrata dai rilevatori elettronici di targhe nella provincia di Pordenone domenica mattina.

Articoli recenti

I più letti