mercoledì - 19 Giugno - 2024

Mangi poco e sano, ma non dimagrisci? Dipende tutto da queste scelte sbagliate

Quando affrontiamo l’argomento della dieta e dell’educazione alimentare, la confusione può facilmente invadere il campo, portando ad errori e incomprensioni. Questo accade principalmente a causa di un equivoco di base: la credenza erronea che il dimagrimento possa avvenire rapidamente. È fondamentale comprendere che così come ci vuole tempo per accumulare chili in eccesso – a volte mesi o addirittura anni – sarà necessario un periodo di tempo equivalente per liberarcene.

Le cosiddette “dieta lampo”, che promettono perdite di peso in un battibaleno, non solo sono illusorie, ma anche pericolose. Questi piani dietetici possono causare l’effetto yo-yo, con il quale si recuperano immediatamente tutti i chili persi (a volte anche di più) non appena si riduce l’intensità della dieta. Seguire un regime alimentare estremamente restrittivo può avere conseguenze negative sulla nostra salute.

Dieta e salute: l’equilibrio essenziale per un’esistenza sana e felice

Una dieta che prevede un apporto calorico giornaliero inferiore a 1200/1300 calorie è fortemente sconsigliata poiché risulta sbilanciata e pericolosa. Pertanto, si dovrebbe preferire un’alimentazione varia e saziante, distribuendo il proprio introito calorico su cinque pasti, tra colazione, due spuntini, pranzo e cena. Questo è uno dei segreti principali per una dieta che non penalizzi la soddisfazione.

Un altro aspetto cruciale da considerare è evitare di privarci dei macronutrienti necessari per il corretto funzionamento del nostro corpo. Per questo, a pranzo e a cena si dovrebbe consumare un piatto unico che fornisca il giusto bilanciamento tra carboidrati, proteine, grassi buoni e verdure.

Per quanto riguarda gli spuntini, la scelta ideale potrebbe essere una porzione di frutta accompagnata da circa 10 grammi di cioccolato fondente o frutta secca. A colazione, sarebbe consigliabile limitare il consumo di prodotti da forno industriali come biscotti e merendine. Un’opzione più salutare potrebbe essere costituita da fette biscottate integrali con un po’ di marmellata senza zuccheri aggiunti, o latte e cereali, o porridge, per fornire energia senza appesantirci.

Gestione delle calorie per un dimagrimento efficace

Nonostante un regime alimentare sano, potresti notare che non stai perdendo peso. Questo potrebbe essere il momento giusto per iniziare a tenere sotto controllo le calorie. Ricorda però, che il conteggio delle calorie ingerite non dovrebbe diventare un’ossessione. Concedersi un pasto libero una volta alla settimana con il proprio piatto preferito, purché l’apporto calorico settimanale rimanga entro limiti ragionevoli, è assolutamente accettabile.

È tutto una questione di equilibrio tra il nostro corpo e le calorie. Quando discutiamo di dieta e dimagrimento, tutto ruota attorno alle calorie. Questo implica che se si consumano più calorie di quelle che effettivamente si bruciano, sarà impossibile perdere peso. Il nostro corpo, per utilizzare le riserve di grasso, deve essere in un leggero deficit calorico, cioè deve consumare più calorie di quelle che ingerisce.

Tuttavia, se pur seguendo una dieta sana il peso sulla bilancia non diminuisce, potresti semplicemente sbagliare i calcoli. Una ricerca condotta dalla Columbia University ha rivelato che spesso le calorie effettivamente consumate vengono sottostimate del 47% delle volte.

Strategie pratiche per bilanciare efficacemente i pasti

Inoltre, lo studio ha evidenziato che le calorie bruciate vengono sovrastimate il 57% delle volte, forse a seguito di una semplice camminata o di un intenso allenamento. Questo genera una significativa discrepanza calorica, la stessa che spesso non considera la grammatura esatta dell’olio, ad esempio, per evitare un eccesso nel consumo giornaliero di grassi.

Quindi, come si può correggere questo errore? Esploriamo alcuni suggerimenti utili ed efficaci per monitorare le calorie!

Scegli i corn flakes al posto dei biscotti

Potrebbe sembrare paradossale, ma 40 grammi di corn flakes possono saziare e nutrire di più rispetto a quattro biscotti. Questi ultimi, infatti, potrebbero indurre a mangiarne di più a causa del loro alto contenuto di zuccheri. Dal punto di vista calorico, 40 grammi di corn flakes e 250 ml di latte scremato sono l’opzione perfetta per la colazione con sole 240 kcal, mentre quattro biscotti e 250 ml di latte scremato superano ampiamente l’apporto energetico adeguato, raggiungendo 358 kcal.

Fai attenzione allo yogurt

Non tutti gli yogurt sono adatti per la dieta. Alcuni sono ricchi di zuccheri o altri dolcificanti che possono sballare l’apporto calorico e aumentare la glicemia. Pertanto, è preferibile scegliere lo yogurt greco. Grazie al suo alto contenuto di proteine e basso contenuto di zuccheri, lo yogurt greco può essere consumato sia a colazione che come spuntino salutare.

Opta per condimenti semplici

Oltre a non consumare più di 80 grammi di pasta (meglio se integrale), è il condimento a fare la differenza. È preferibile utilizzare sughi freschi e non troppo elaborati, come la passata di pomodoro, piuttosto che sughi pronti. Questi ultimi, sebbene pratici, sono prodotti industriali ricchi di additivi, quindi sarebbe meglio evitarli.

Non eccedere con olio e olive

Non è consigliabile avere insieme olio e olive in un piatto, dato che entrambi potrebbero aumentare l’apporto di grassi. Quindi, è meglio limitarsi a 20 grammi di olive o 10 ml di olio per condire insalate e secondi piatti, senza rinunciare al gusto!

Burro d’arachidi sì, ma con moderazione

Se ami il burro d’arachidi, può essere incluso nella tua dieta, ma solo nelle giuste quantità. A colazione, spalma non più di 20 grammi di burro su pane o fette biscottate per non superare le 200 kcal. Ricorda, il segreto è non esagerare!

Scegli la marmellata light

30 grammi di marmellata light zero zuccheri hanno un apporto calorico molto più basso (quasi la metà) rispetto a una confettura tradizionale. Scegli quindi prodotti con un basso contenuto di zuccheri, se non quelli naturalmente presenti nella frutta.

Questi suggerimenti sono intesi come consigli pratici per coloro che non tengono in considerazione il numero di calorie consumate durante la giornata. Tuttavia, non dovresti vivere la dieta come un tormento. Se possibile, abbinare una dieta sana con un po’ di attività fisica può fare la differenza. Ricorda che il tuo benessere generale è l’obiettivo finale, non solo la perdita di peso.

Considerazioni finali sulla dieta e l’educazione alimentare

In sintesi, l’educazione alimentare e una dieta equilibrata richiedono un approccio consapevole ed equilibrato. Non cadere nella trappola delle diete lampo o dei regimi alimentari restrittivi che possono essere dannosi per la salute. Allo stesso modo, tenere traccia delle calorie ingerite e consumate può essere un utile strumento, ma non dovrebbe diventare un’ossessione.

Ricorda, la chiave è l’equilibrio e la moderazione. Mangiare una varietà di alimenti nutrienti, fare regolare attività fisica e avere un approccio positivo verso il cibo e il proprio corpo sono fondamentali per la salute e il benessere a lungo termine. Infine, se hai bisogno di assistenza o consulenza sulla dieta, considera sempre di rivolgerti a un professionista della salute o a un dietologo.

Articoli recenti

I più letti