martedì - 5 Marzo - 2024

Patente, passata la legge più temuta! La stanno ritirando a tutti

La patente di guida è un documento fondamentale per chiunque desideri guidare un veicolo. In Italia, nonostante il notevole sviluppo del sistema dei trasporti pubblici negli ultimi decenni, possedere un’autovettura rimane un aspetto essenziale e utile.

Al momento, la patente di guida italiana viene emessa nel formato ‘patente di guida europea’, garantendo il suo riconoscimento in tutta l’Unione Europea. Questo formato uniforma le informazioni presenti sul documento. Tuttavia, per guidare in alcuni Paesi esteri, potrebbe essere necessaria la versione ‘nazionale’ della patente accompagnata da una traduzione ufficiale, nota come ‘permesso internazionale di guida’.

È obbligatorio portare sempre con sé la patente quando si guida, e questa può essere utilizzata anche come documento di riconoscimento legale. Le patenti sono generalmente rilasciate dalla Motorizzazione Civile.

La “tessera rosa” è quindi un elemento indispensabile per chi si mette alla guida. Di recente, il Governo italiano ha introdotto regole severe per chi viene sorpreso a guidare senza patente, in risposta a gravi incidenti stradali. È stato pertanto necessario aggiornare il Nuovo Codice della Strada.

Il Codice della Strada è un insieme di regole che non devono essere ignorate durante la guida. La violazione di queste norme può portare alla perdita di punti sulla patente, con penalità crescenti a seconda della gravità dell’infrazione.

Per ridurre gli incidenti stradali, il Governo ha implementato il Nuovo Codice della Strada, che prevede pene molto severe per comportamenti pericolosi e irrespettosi degli altri utenti della strada.

Queste infrazioni possono avere costi elevati, non solo in termini di multe salate, ma anche nella perdita di punti sulla patente. È importante verificare di avere tutti i documenti necessari del veicolo, oltre alla patente, e indossare le cinture di sicurezza, un aspetto fondamentale per la sicurezza.

Una legge particolarmente temuta è quella che vieta l’uso del cellulare alla guida. La politica di “Tolleranza Zero” proibisce qualsiasi uso dello smartphone mentre si guida, inclusa la semplice consultazione dell’orario.

In caso di violazione, sono previste multe severe e la possibilità di perdere punti sulla patente. La guida in stato di ebbrezza o con un tasso alcolemico superiore al limite consentito può portare al ritiro della patente.

In circostanze particolarmente gravi, come causare un incidente mortale o violare gravemente le norme stradali, il ritiro della patente è immediato. Inoltre, per eccesso di velocità, esistono limiti di tolleranza specifici: per velocità inferiori ai 100 km/h è di 5 km/h, mentre per velocità superiori è del 5% dell’eccesso.

Superare il limite di velocità di 40 km/h rispetto al consentito comporta il ritiro della patente per un periodo fino a tre mesi, che può estendersi fino a 18 mesi in caso di recidiva negli ultimi due anni.

Articoli recenti

I più letti