mercoledì - 19 Giugno - 2024

Perde il reddito di cittadinanza e si presenta in Comune con una tanica di benzina minacciando “di bruciare tutto”

In un gesto estremo e disperato, un uomo di 60 anni ha causato un’allarmante situazione di panico nel municipio di Terrasini, in provincia di Palermo. La ragione del suo gesto? La notifica di perdita del reddito di cittadinanza. Sconvolto dalla notizia, l’uomo ha fatto irruzione nell’ufficio del sindaco Giosuè Maniaci, minacciando di incendiare l’edificio.

Il segretario generale Cristofaro Ricupati ha tentato di calmare la situazione dialogando con l’uomo, ma alla fine è stato il presidente del consiglio comunale, Marcello Maniaci, a convincere l’uomo a desistere dal suo pericoloso intento. Di fronte all’emergenza, sono stati prontamente allertati i carabinieri e un’ambulanza del 118.

“Era già venuto una prima volta stamattina per dirmi che da oggi gli toglievano il reddito di cittadinanza. Poi è tornato con la tanica di benzina ed è salito dicendo ‘Brucio il comune se non mi date soldi’, perché io gli avevo detto che non potevo aiutarlo”, ha raccontato il sindaco Giosuè Maniaci all’Adnkronos. “Noi comuni non possiamo fare fronte a tutto questo – ha detto Maniaci- Abbiamo bisogno di aiuti. Non può essere il Comune ad avere queste competenze”.

All’ospedale di Partinico per accertamenti

Dopo il terribile incidente, l’uomo è stato condotto all’ospedale di Partinico da carabinieri e sanitari per effettuare gli opportuni accertamenti. Apparentemente in stato confusionale e molto agitato, l’uomo ha richiamato l’attenzione sulla precarietà di molte famiglie a seguito della rimozione del reddito di cittadinanza.

Il sindaco Maniaci ha espresso preoccupazione per la situazione, sottolineando come siano in corso messaggi distorti. “I percettori che si sono visti togliere il reddito di cittadinanza vengono sollecitati a rivolgersi ai Comuni. E’ chiaro che i Comuni da soli, se non c’è uno strumento legislativo, se non c’è il governo, se non c’è un intervento della Regione, non possono essere in grado di aiutare tutte queste famiglie che hanno goduto del beneficio”.

Un confronto nel tempo e occasioni di lavoro offerte

Nell’affrontare questo incidente, il sindaco Maniaci ha ricordato che con l’uomo ci sono stati tentativi di dialogo nel tempo e che gli sono state offerte opportunità di lavoro, ma ha reso noto che queste sono state respinte a causa di una serie di presunti problemi fisici. Questo caso mette in luce l’urgente necessità di risolvere le questioni relative alla sicurezza del reddito di cittadinanza.

Articoli recenti

I più letti