martedì - 5 Marzo - 2024

Quanto costa il lido di Briatore e Santanché: “Un euro al minuto”. i prezzi del Twiga e cosa ti danno

L’opinione pubblica e i partiti politici sono divisi riguardo alla vicenda che coinvolge il ministro del Turismo, Daniela Santanché, a testimonianza di come le questioni legate a politici possano polarizzare l’attenzione. La notizia della potenziale indagine è stata in circolazione per un po’ di tempo.

Infatti, a novembre, il Corsera aveva rivelato, sulla base di una nota del Gruppo Tutela Mercati della Guardia di Finanza, l’esistenza di possibili “false comunicazioni sociali” legate alla liquidazione di quattro società appartenenti al gruppo Visibilia, di proprietà della stessa Santanché, esponente di Fratelli d’Italia.

In risposta, Daniela Santanché aveva cercato di confutare la notizia, definendo la certificazione una procedura “di routine” da parte della Procura. Tuttavia, secondo l’articolo 335 del codice di procedura, mentre i suoi avvocati sostenevano che non vi fossero iscrizioni da comunicare, lo stesso articolo permette ai pm, in caso di indagini complesse, di ritardare tale comunicazione fino a tre mesi. Questo potrebbe spiegare perché la Santanché non fosse a conoscenza delle indagini a suo carico. Al di là delle complessità legali, cosa ne pensano i frequentatori del famoso locale Twiga?

Manifestazioni e reazioni al Twiga

Recentemente, come rivelato da un’inchiesta del giornale Oggi, alcuni manifestanti del Coordinamento nazionale per il mare libero hanno organizzato una protesta al Twiga, rivendicando: “Più spiagge libere, meno concessioni!”. Hanno puntato il dito contro il locale perché, nonostante Flavio Briatore e Daniela Santanché paghino solo 17.000 euro all’anno per la concessione, la Twiga srl ha un fatturato di 8,4 milioni e un utile di 636.000 euro (dati del 2022). Lo stesso Briatore ha più volte dichiarato pubblicamente che dovrebbero pagare di più per la concessione.

Dopo l’arrivo dei manifestanti, un uomo presente al locale ha ironicamente commentato sul prezzo dell’acqua al Twiga, suggerendo che fosse esageratamente alto. Secondo quanto riportato da Oggi, un litro d’acqua al Twiga di Forte dei Marmi costa cinque euro, ma il primo litro è offerto gratuitamente a chi prenota una ‘tenda araba’ per 500 euro al giorno. Queste tende sono quarantacinque in totale e caratterizzano il Twiga, un luogo dove non ci sono ombrelloni tradizionali e che, durante il weekend, è sempre pieno per tutta l’estate.

Articoli recenti

I più letti