domenica - 21 Aprile - 2024

Shock in aeroporto, gamba di una turista si incastra nella scala mobile: arto amputato

Un terribile incidente ha turbato la tranquillità dell’aeroporto Don Mueang di Bangkok, quando una turista ha subito l’amputazione di una gamba a seguito di un tragico evento su una scala mobile dello scalo aeroportuale principale della Thailandia.

Il Daily Mail riferisce che la donna, di 57 anni, si trovava al terminal 2 dell’aeroporto quando avrebbe inciampato nella sua valigia, con la conseguenza che la sua gamba sinistra è stata trascinata nel meccanismo alla fine del tapis roulant.

I testimoni dell’evento, completamente sconvolti, hanno cercato disperatamente di azionare l’interruttore di emergenza mentre la scala mobile continuava a causare gravi lesioni alla gamba della donna, “strappando il muscolo, il tendine e l’osso dell’arto”, come ha descritto il tabloid britannico, citando il Bangkok Post. I medici hanno dovuto prendere la drammatica decisione di amputare la gamba sinistra della turista, al di sopra del ginocchio, secondo quanto riportato dagli ufficiali dell’aeroporto.

Subito dopo l’incidente, la vittima è stata trasportata all’ospedale Bhumibol Adulyadej, situato nella capitale thailandese, per ricevere le necessarie cure mediche. Allo stato attuale, sembra molto improbabile che la donna possa recuperare l’uso dell’arto.

Le autorità aeroportuali hanno avviato un’indagine per determinare le precise cause dell’incidente. In base a quanto mostrano alcune foto, la valigia della turista ha perso due ruote e un paio di piastre gialle a forma di pettine, che coprono il bordo del nastro alla fine del tapis roulant.

Intanto, la scala mobile è stata chiusa e un team di ingegneri sta eseguendo un’ispezione sul posto. L’aeroporto ha assicurato che l’incidente non ha causato ritardi ai voli programmati.

In una nota rilasciata dall’aeroporto Don Mueang, si legge: “Il direttore dell’aeroporto Don Mueang e l’intera direzione hanno visitato la paziente in ospedale. Siamo profondamente rattristati per l’incidente e siamo pronti ad assumerci la piena responsabilità, oltre a coprire le spese mediche e fornire un adeguato risarcimento”.

Articoli recenti

I più letti