domenica - 16 Giugno - 2024

Allarme bancomat e carte di credito, in un anno truffati 3,2 milioni di italiani: guida su cosa fare e come difendersi

Più di 3,2 milioni di italiani sono stati vittime di truffe o tentativi di truffa legati alla propria carta di credito o debito nell’arco di soli dodici mesi. Questo dato proviene da una ricerca commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat. Durante l’estate, quando molti italiani vanno in vacanza all’estero, l’uso delle carte di credito e debito aumenta, così come il rischio di frodi.

Per aiutare i viaggiatori a riconoscere i pericoli e prevenire brutte sorprese, Facile.it ha compilato un vademecum di 10 punti.

  1. Le carte sono accettate all’estero? Le carte di debito, credito o prepagate potrebbero non essere accettate ovunque a causa delle limitazioni imposte dalla banca emittente o dal circuito di pagamento. Per risolvere questo problema, è necessario chiedere alla banca di abilitare la carta nel paese di destinazione o fornirsi di una seconda carta accettata.
  2. È meglio prelevare con bancomat o carta di credito? Generalmente, le commissioni per il prelievo di contante sono più alte con la carta di credito (circa 4%), mentre con il bancomat spesso vi è un costo fisso. A queste spese si aggiunge l’eventuale commissione per le operazioni effettuate con una valuta diversa dall’euro.
  3. È meglio pagare con bancomat o carta? Le carte di credito, debito o prepagate sono tutte valide per i pagamenti al POS. Tuttavia, bisogna fare attenzione ai limiti di spesa giornalieri, in particolare per le carte di debito e prepagate.
  4. Scegliere la valuta locale. In caso di pagamento o prelievo in un’area extra-euro, è consigliato scegliere di farlo nella valuta locale per ottenere condizioni di cambio più vantaggiose.
  5. Obbligo di pagamento con carta di credito. Alcuni servizi, come il noleggio di automobili, richiedono il pagamento con carta di credito. Non si tratta di una truffa, ma di politiche aziendali.
  6. Cosa fare in caso di furto o smarrimento della carta? In caso di furto, smarrimento o addebito di spese non effettuate, è necessario bloccare immediatamente la carta.
  7. Il PIN e la carta non devono essere conservati insieme. Per prevenire l’uso indebito della carta in caso di furto, non bisogna mai conservare il codice di sicurezza insieme alla carta.
  8. Monitorare i conti attraverso un’App. La maggior parte delle banche offre l’opportunità di monitorare conti correnti e carte elettroniche in tempo reale attraverso app, consentendo un controllo costante delle spese.
  9. I rischi non finiscono con la fine delle vacanze. Anche una volta tornati a casa, è importante continuare a monitorare i propri conti e carte. I malintenzionati potrebbero agire anche a distanza di mesi dal furto dei dati.
  10. Quale carta dare ai figli che viaggiano da soli? Una carta prepagata potrebbe essere la soluzione più sicura per i ragazzi in viaggio da soli. Questo strumento di pagamento ha un plafond limitato, proteggendo i giovani e i genitori da possibili smarrimenti o spese eccessive.

Articoli recenti

I più letti