martedì - 5 Marzo - 2024

Finge di essere morto, poi arriva in elicottero al suo funerale: “Volevo dare una lezione alla mia famiglia” [VIDEO]

Un 45enne ha orchestrato un ingannevole scherzo che ha implicato la messinscena della sua stessa morte e del conseguente funerale, con la collaborazione di moglie e figli. Mentre tutti i partecipanti erano assorti nel dolore per la sua scomparsa, si è presentato inaspettatamente al suo stesso funerale, vivo e in salute, arrivando a bordo di un elicottero. L’elaborato tirocinio, che ha richiesto circa un anno di preparazione, aveva lo scopo di impartire una lezione alla sua famiglia. Vediamo come si è sviluppata la situazione.

L’arrivo inaspettato al funerale

David Baerten, un utente di TikTok conosciuto come Ragnar le Fou (Ragnar il matto) e residente a Liegi, in Belgio, è riuscito a ingannare amici e parenti simulando la sua morte. La sua principale collaboratrice è stata la figlia, che aveva postato sui social un commovente addio al padre con la richiesta di “tornare”.

E lui l’ha fatto. Baerten è arrivato al suo funerale in elicottero, con una troupe dietro a riprendere l’intera scena, scatenando le reazioni degli increduli presenti. Sebbene il video completo non sia ancora stato pubblicato da Ragnar su TikTok, alcuni dei suoi “colleghi” hanno mostrato frammenti dell’evento.

@el.tiktokeur2

Tu nous a eu je te le jure j etais en pleure moi et apres j ai eu le choc poto on t aime beaucoup ❤️@Ragnar_le_fou @Leclercq Philippe #fyp #pourtoii #fypシ

♬ son original – Thomas faut

@netflix.replay.off

Voici l’arrivée de @Ragnar_le_fou #pourtoi #Netflixreplayoff #ragnarlefou

♬ son original – Netflix.Off

La giustificazione per l’insolito scherzo

Dopo le numerose critiche ricevute per lo scherzo ritenuto crudele, Baerten ha sentito la necessità di spiegare il suo gesto. Secondo quanto riportato da The Times, ha affermato di aver voluto testare la reazione della sua famiglia allargata, con la quale i contatti erano piuttosto sporadici. “Volevo insegnare loro una lezione di vita e dimostrare che non dovresti aspettare la morte di qualcuno per volerlo vedere”, ha dichiarato. Sebbene solo metà dei suoi parenti sia effettivamente arrivata al funerale, Ragnar ha rivelato di sentirsi soddisfatto perché l’altra metà lo ha contattato in seguito.

Articoli recenti

I più letti