domenica - 21 Aprile - 2024

“Ha fatto sesso prima del matrimonio”: maestra resta incinta e viene licenziata dalla scuola cattolica

L’insegnante Victoria Crisitello ha recentemente ricevuto una decisione sfavorevole dalla Corte Suprema del New Jersey riguardo al suo licenziamento. La maestra, dopo aver annunciato di aspettare un bambino, è stata licenziata dalla St. Theresa School di Kenilworth, una scuola cattolica. La ragione del licenziamento risiede nelle norme interne dell’istituto che esige dai suoi dipendenti la stretta aderenza ai principi cattolici, tra cui l’astenersi dal sesso prima del matrimonio.

Il licenziamento

Il cuore della questione risiede nel fatto che, essendo rimasta incinta senza essere sposata, la Crisitello ha effettivamente violato le regole stabilite dall’istituto. Credendo che il suo licenziamento fosse ingiusto e rappresentasse una violazione dei suoi diritti, la maestra ha consultato un avvocato e ha intrapreso azioni legali contro la scuola. Per Crisitello, l’azione della scuola sembrava rappresentare una forma di discriminazione, ma l’istituto ha risposto sostenendo che lei aveva semplicemente trasgredito le linee guida stabilite.

La sentenza

Un dettaglio cruciale è che, al momento della sua assunzione, la maestra Crisitello aveva sottoscritto un modulo in cui si impegnava a rispettare il codice di condotta dell’istituto. Basandosi su questo documento, il tribunale ha stabilito che il licenziamento era, sebbene controverso, legittimo. La sentenza ha sollevato molte preoccupazioni, con un portavoce dell’Ufficio del procuratore generale che ha commentato: “Siamo delusi dalla decisione ma siamo grati che la sua portata sia ristretta e non influirà sulle importanti protezioni che la legge contro la discriminazione prevede per la stragrande maggioranza degli abitanti del New Jersey”.

Articoli recenti

I più letti