mercoledì - 19 Giugno - 2024

Poliziotta di 29 anni sana come un pesce, muore per un malore improvviso: aveva fatto 3 dosi di vaccino

A Mirto Crosia, nel Cosentino, è stata accolta con profondo dolore e incredulità la notizia della prematura scomparsa di Raffaella De Luca, una consigliera comunale di soli 29 anni e poliziotta in servizio presso la Questura di Crotone.

La giovane donna è morta in modo inaspettato nella sua abitazione il 30 giugno. Secondo le prime supposizioni, la causa del decesso potrebbe essere stato un infarto.

La Procura della Repubblica di Castrovillari ha avviato un’inchiesta sulla morte di Raffaella, che lascia un marito e un figlio di appena 7 mesi. Le indagini sul caso sono state delegate ai Carabinieri del Nucleo territoriale di Corigliano Rossano.

L’autorità giudiziaria che si occupa del caso ha ordinato un’autopsia sul corpo della donna per far luce sulle circostanze della sua morte.

Gli inquirenti stanno esaminando il racconto di alcuni amici di Raffaella De Luca, secondo cui la donna si sarebbe recata all’ospedale di Rossano a causa di un malore nei giorni precedenti alla sua morte. Tuttavia, i medici, dopo aver esaminato la donna, avrebbero deciso di dimetterla.

La giornalista Raffaella Regoli ha rivelato ulteriori dettagli sulla tragica morte di Raffaella De Luca. In un video pubblicato sui social media il 30 giugno, il giorno della scomparsa di Raffaella, Regoli riferisce che la poliziotta è stata trovata “caduta nel bagno” dopo un “malore improvviso”. “Non aveva problemi di salute, aveva ricevuto tre dosi di vaccino: 2 AstraZeneca e uno a mRNA. La scienza deve fornire delle risposte. Vogliamo risposte”, esige con fermezza Regoli. La sua affermazione sottolinea la necessità di ulteriori indagini per comprendere le cause di questa tragica perdita.

[presto_player id=4751]

Articoli recenti

I più letti