domenica - 16 Giugno - 2024

Rientra a casa e trova il compagno che abusa della figlia di sei anni: Ecco il Verdetto da Modena

Esce per fare delle commissioni affidando la figlia di sei anni al suo compagno, un quarantenne nigeriano, convinta evidentemente di lasciare la bambina al sicuro. Ma quando torna a casa, trova l’uomo in camera da letto seminudo insieme alla piccola, vittima di abusi sessuali probabilmente reiterati nel tempo. La terribile storia di abusi su minori arriva da Modena e risale al maggio dello scorso anno.

Secondo quanto ricostruito, la relazione tra l’uomo e la madre della vittima andava avanti da circa un anno quando la donna ha scoperto quanto stava accadendo in casa sua: un giorno di maggio dello scorso anno la mamma della bambina, dovendo appunto fare delle commissioni, aveva lasciato la figlia a casa con il compagno. Al suo ritorno lo aveva trovato senza vestiti in camera da letto con la bambina.

Giustizia è servita: conclusione del processo e condanna

Immediatamente, nonostante fosse sotto shock, ha chiamato una vicina di casa e subito la polizia. Gli agenti intervenuti hanno fermato dunque l’uomo, portandolo in carcere in via cautelare, dove ancora si trova. La bimba invece è stata soccorsa e gli accertamenti medici hanno confermato l’abuso, senza escludere che non fosse il primo subito.

Il processo a carico del quarantenne si è svolto presso il Tribunale di Modena con rito abbreviato e appunto si è concluso con una condanna a dieci anni di carcere per l’imputato. Alla madre della vittima, costituitasi parte civile, è stata riconosciuto un risarcimento provvisionale di 30mila euro.

Articoli recenti

I più letti