venerdì - 21 Giugno - 2024

Uomo accoltella più volte il vicino di casa perché bestemmia durante una cena condominiale

In una corte a Lentate sul Seveso, provincia di Monza e Brianza, a giugno, si è svolta una cena coinvolgente i residenti del condominio. Un uomo di 44 anni, tornato per visitare sua madre che non vedeva da lungo tempo, ha partecipato all’evento. Durante la cena, un vicino di 60 anni ha cominciato a bestemmiare.

Non tollerando tali comportamenti a causa delle sue convinzioni religiose, il 44enne ha ripetutamente esortato il vicino a cessare. Ciò ha portato a una tensione crescente tra i due, culminata quando entrambi hanno impugnato dei coltelli.

Fuga e cattura dell’aggressore

Mentre gli altri partecipanti cercavano di calmare la situazione, il 44enne ha riuscito a pugnalare il 60enne due volte, una sotto l’ascella sinistra e una nella parte bassa della schiena, causando ferite profonde di circa 5 cm, per poi fuggire. Fortunatamente, il 60enne è stato rapidamente soccorso dal 118 e dimesso dall’ospedale pochi giorni dopo.

Le forze dell’ordine, specificatamente i carabinieri della Compagnia di Seregno e della Stazione di Lentate sul Seveso, si sono messe sulle tracce del fuggitivo, riuscendo ad arrestarlo alcune settimane dopo. L’aggressore, già noto alle forze dell’ordine per vari reati, ora affronta ulteriori accuse di lesioni personali gravissime.

Passato criminale dell’arrestato

Il 44enne non è nuovo alla giustizia. Attualmente detenuto, sta scontando una sentenza di 10 anni, 9 mesi e 20 giorni per una serie di reati commessi tra il 2009 e il 2017 in diverse località. Tra questi reati figurano il mancato rispetto degli obblighi della sorveglianza speciale, fabbricazione di documenti falsi, porto abusivo di armi, truffe, ricettazione e rapina. Uno degli episodi più gravi registrati nel suo passato risale al 29 agosto 2017 a Carugo, quando ha sparato due volte contro un cittadino marocchino durante una lite.

Articoli recenti

I più letti