mercoledì - 19 Giugno - 2024

Allagamenti a Brescia e provincia per un forte temporale

Allagamenti a Brescia

Come previsto, nella serata di mercoledì 24 maggio forti temporali si sono abbattuti su tutta la Lombardia, in particolare nel Bresciano. Pioggia, grandine, forte vento, tuoni e fulmini hanno colpito Brescia e provincia, provocando allagamenti e smottamenti.

A Brescia, nel giro di pochi minuti è caduta la pioggia di giorni, causando danni e allagamenti. Nel giro di mezzora la centrale operativa dei vigili del fuoco ha ricevuto oltre 50 chiamate per interventi vari, e cinque sottopassi cittadini sono stati chiusi al traffico a causa dell’allagamento, in alcuni casi con un metro d’acqua.

Potrebbe anche interessarti: L’allarme dell’Onu: ” Temperature record, il mondo si prepari al grande caldo, arriva El Niño”

Allagamenti a Brescia: Le zone più colpite e le azioni di soccorso

Le strade di diverse zone della città, tra cui Sant’Eufemia, San Polo, Via Milano e Via Corsica, si sono trasformate in fiumi. In Via Corsica, il Garzetta è straripato. Molti tombini sono stati aperti per favorire il deflusso dell’acqua. Sono stati segnalati allagamenti anche in alcune scuole, mentre non si registrano disservizi alla metropolitana. La Protezione Civile è stata allertata, con i volontari al lavoro per gestire la situazione.

Nel comune di Rezzato, l’argine del Naviglio Grande ha ceduto a causa delle forti piogge, provocando l’allagamento di un piazzale davanti ad un’area commerciale in via Garibaldi. Per fortuna, non c’era nessuno a bordo delle auto parcheggiate quando la sponda del canale è collassata.

Tra le zone più colpite dall’ondata di maltempo c’è la valle del Garza. A Nave, il torrente Listrea è esondato in più punti, creando allagamenti in diverse vie del paese. Problemi anche a Caino per uno smottamento. Le zone più colpite risultano al momento Concesio, Brescia, Caino, Nave e Rezzato.

Cosa fare in caso di allagamento: consigli utili

In caso di allagamento della casa, la prima cosa da fare è chiudere gli impianti per interrompere il flusso d’acqua e staccare subito la corrente elettrica. Queste misure sono essenziali per prevenire ulteriori danni e rischi di sicurezza.

Dopo aver messo in sicurezza la casa, si può iniziare a pulire. Se non c’è troppa acqua, si possono utilizzare secchi e spugne per ripulire gli ambienti e il pavimento. È consigliabile utilizzare candeggina per rimuovere i residui di germi e batteri e prevenire la formazione di muffa.

I mobili dovrebbero essere svuotati e puliti accuratamente con un detergente delicato. Gli elettrodomestici danneggiati dall’acqua devono essere puliti, asciugati all’aria aperta e non utilizzati fino a quando non sono completamente asciutti.

Per quanto riguarda i tessuti, come lenzuola, coperte e tende, dovrebbero essere lavati almeno due volte a temperature elevate con detersivo e disinfettante. Le pareti devono essere asciugate per evitare la formazione di muffa. È consigliabile utilizzare un deumidificatore e arieggiare la stanza. Cartongesso e carta da parati dovranno essere rimossi.

Brescia e la sua provincia stanno affrontando una situazione di emergenza a causa degli allagamenti. Le autorità e i volontari stanno lavorando per gestire la situazione e assistere le persone colpite. È importante seguire le linee guida per la sicurezza e la pulizia in caso di allagamento della propria casa. La comunità sta dimostrando grande resilienza in queste ore di emergenza, con la speranza di un rapido ritorno alla normalità.

Articoli recenti

I più letti