martedì - 5 Marzo - 2024

Popcorn, lo scoperta in uno studio: “Riducono il rischio di demenza senile e Alzheimer”

Il popcorn, tradizionalmente associato a serate al cinema, emerge ora come un potenziale alleato nella prevenzione della demenza senile. Una ricerca condotta dalla Rush University di Chicago ha fornito dati interessanti su questo argomento.

Lo studio

Effettuato su un campione di oltre 3.000 individui per un periodo di sei anni, lo studio ha esplorato l’impatto del consumo di popcorn sulle capacità cognitive. Pubblicato su Neurology.org, ha coinvolto soggetti di 75 anni che facevano parte del Chicago Health and Aging Project tra il 1993 e il 2012. Questi partecipanti hanno sostenuto test cognitivi ogni tre anni e hanno fornito aggiornamenti sui loro stili alimentari. Sono stati divisi in cinque gruppi a seconda del consumo di grano integrale. Analizzando i dati e considerando altri fattori come sesso ed età, i ricercatori hanno osservato un minore declino cognitivo in coloro che consumavano più grano.

La spiegazione degli esperti

Il declino cognitivo è un indicatore precoce della demenza senile. Inoltre, lo studio ha rivelato che i pazienti afroamericani tendevano a consumare più alimenti a base di grano rispetto ad altri. Gli esperti suggeriscono che le proprietà benefiche del grano integrale potrebbero derivare dalla sua capacità di ridurre lo zucchero nel sangue e prevenire l’infiammazione dei vasi sanguigni.

Il dottor Xiaoran Liu, autore della ricerca, ha evidenziato l’importanza di ridurre il rischio di Alzheimer e demenza senile. Secondo lui, è entusiasmante che un alimento così comune, consumato quotidianamente, possa contribuire significativamente a ridurre questi rischi.

Articoli recenti

I più letti